Israele ritarda le cure dei bambini di Gaza contro il cancro

Copertina: L’angoscia e la rabbia sui muri di Gaza

Striscia di Gaza, Sarah Algherbawi, The Electronic Intifada 28 marzo 2017

Jihad è un bambino ambizioso. “Voglio crescere fino a diventare un astronauta e un ingegnere,” ha detto bambino di 9 anni.

“Allo stesso tempo.”

Prima di raggiungere questi obiettivi,  Jihad dovrebbe guarire da una grave malattia. Circa un anno fa, gli è stato diagnosticato un cancro al colon.

La diagnosi è stata fatta dopo un ricovero in ospedale per intossicazione alimentare.

Per la sua famiglia, la notizia è stata l’ultima di una serie di tragedie. Il fratello gemello di Jihad è nato con gravi disabilità e morto dopo soli due mesi.

“Ero così felice quando il medico mi ha detto che ero incinta di due gemelli,” ha detto Majda Ali  la madre di Jihad. “Ho iniziato a sognare quanto mi sarebbe piaciuto  essere la madre di un medico e di un ingegnere. Il sogno è stato distrutto.”

Majda non conosce la causa del cancro di Jihad. Lei teme, tuttavia, che esso può avere qualcosa a che fare con la sua esposizione ad una notevole quantità di polvere da edifici bombardati da Israele durante l’operazione Piombo Fuso, l’attacco a Gaza tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009.

Quello che non sa è che Jihad ha bisogno di un trattamento urgente. E ‘stato richiesto dagli specialisti che lavorano a Gerusalemme. Non è chiaro quando  e se  Israele le permetterà di viaggiare.

170327-white-phosphorous
Munizioni al fosforo bianco a sud della Striscia di Gaza nel corso di una demolizione controllata nel marzo 2010. Ci sono preoccupazioni che tali armi israeliane abbiano contribuito ad un picco dei tassi di cancro nel territorio. immagini Yousef Deeb APA

I tassi di cancro a Gaza sono in aumento. Funzionari del ministero della Sanità hanno stimato che ci sono stati 105 casi di cancro ogni 100.000 residenti a Gaza nel periodo 1998-2008. Per il periodo 2009-2014, sono aumentati a 141 casi per 100.000 abitanti, il 41 per cento in più rispetto al periodo precedente.

i tassi di cancro sono in aumento in tutto il mondo, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, a causa di un aumento dei fattori di rischio come il fumo, l’adozione di diete occidentali e stili di vita sedentari, così come i cambiamenti ambientali.

Ma a Gaza, ci sono particolari preoccupazioni che un fattore che contribuisce possano essere le armi usate da Israele.

Ostruzionismo

gaza child cancer
http://palaestinafelix.blogspot.it/2011/02/i-bambini-di-gaza-colpiti-da-leucemie-e.html

Israele è noto per aver sperimentato un certo numero di armi durante l’offensiva del 2008. Incluso un missile antibunker statunitense in dotazione  chiamato GBU-39 e il fosforo bianco, un’arma che provoca gravi ustioni.

Sono stati sollevati anche sospetti su alcuni missili utilizzati da Israele e rivestiti con uranio impoverito, una sostanza radioattiva.

Khaled Thabet, capo del dipartimento di oncologia presso al-Shifa a Gaza City, ha detto che   un aumento delle percentuali  di cancro può essere collegato all’uso  di uranio impoverito da parte di israele.

E ‘stato anche riportato  che Israele a Gaza ha spruzzando pesticidi nelle aziende agricole  per un certo numero di anni. L’uso di pesticidi tossici e fertilizzanti da parte degli agricoltori può anche essere un contributo al rialzo dei tassi di cancro. Secondo Thabet il cancro del colon può essere causato dalla presenza di sostanze inquinanti nei prodotti alimentari.

Nel sistema sanitario di Gaza “Molti servizi necessari per i malati di cancro sono carenti”,  ha riferito Thabet a  The Electronic Intifada. “tra questi le strutture chirurgiche.”

Secondo Thabet a oltre il 15 per cento dei pazienti  oncologici che necessitano di un intervento chirurgico si consiglia di curarsi uscendo da Gaza. Si indicano  gli ospedali in Israele, Cisgiordania occupata, Egitto e, in alcuni casi,  Giordania e Turchia.

Israele spesso ostacola gli sforzi per garantire che i malati di cancro possano ricevere il trattamento necessario. Thabet ha  aggiunto che in alcuni casi urgenti, israele ha bloccato  per periodi di tre o quattro mesi i viaggi dei pazienti.

Anche Ahmad al-Tannani è ambizioso. Vuole diventare una stella del calcio.

“Quando sto meglio,  gioco a calcio e mi alleno duramente,” ha detto il bambino di 8 anni.

Ahmad, residente nel campo profughi al-Bureij  nel centro di Gaza, ha un linfoma.

Dopo aver subito un intervento, si richiede ora un trattamento con radiazioni che non è disponibile in Gaza. Potrebbe essere curato in un ospedale israeliano, ma non ha ancora ricevuto il permesso  di spostarsi da parte delle autorità israeliane.

Ricatto

I dati pubblicati di recente indicano che Israele ha rafforzato le sue restrizioni sui viaggi da Gaza.

Gisha, un gruppo israeliano per i diritti umani ha riferito che nel mese di gennaio 2017, attraverso il posto di blocco militare di Erez, c’è stato un calo del 44 per cento nel numero di persone in uscita da Gaza, rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Erez separa Gaza da Israele. Secondo Gisha pazienti e accompagnatori sono stati tra le categorie di viaggiatori  più colpiti.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha anche riferito che Israele sta limitando le possibilità  di viaggiare per i palestinesi che necessitano di cure mediche.

Nel gennaio dello scorso anno, Israele aveva approvato il 78 per cento di tutte le richieste di spostamenti per il trattamento fatte da  Gaza. A dicembre, la proporzione è scesa a meno del 42 per cento.

Questo è stato il tasso più basso di approvazioni registrate da Aprile 2009.

Più di 1.400 pazienti hanno raggiunto in ritardo gli appuntamenti per assistenza sanitaria nel dicembre dello scorso anno. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è stato il più alto numero di ritardi mai registrato.

Tra le persone colpite  323 erano bambini.

Maram Aqil  è una bambina di 11 anni con  cancro polmonare. Lei ha ricevuto chemioterapia in un ospedale israeliano. I suoi genitori sperano che  non siano ostacolati per uscire da Gaza attraverso Erez.

“Ritardare le fasi successive di chemioterapia ucciderà Maram”, ha detto la madre Najah. “Questo è quello che ci ha riferito il medico.”

Maram è figlia unica abita a  Jabaliya campo profughi di Gaza. “Quando è nata Maram, abbiamo pensato di possedere l’intero universo”, ha detto Najah. “Ma penso che il cancro ci toglierà questa felicità.”

Un ostacolo importante incontrato dai pazienti affetti da patologie gravi e dai loro parenti è che sono stati sottoposti a interrogatori dalle le truppe israeliane a Erez.

Medici per i diritti umani (Physicians for Human Rights-Israel) hanno dichiarato “Israele non è etico ed è immorale sfruttare le esigenze mediche dei pazienti palestinesi permettendo il loro transito per le cure mediche a condizione che siano interrogati [intelligence israeliana]  al fine di ottenere informazioni.”

Nel gennaio di quest’anno, Nidal Elian ha portato suo figlio, Muhammad di 6 anni, al valico di Erez. Muhammad ha il cancro ai polmoni e richiede un trattamento urgente.

Le truppe dislocate al posto di blocco hanno tentato di ricattare Nidal. Gli hanno detto che avrebbero permesso di uscire da Erez se fosse diventato un informatore per l’esercito israeliano. Nidal rifiutato.

“So che questo rifiuto  costerà la vita di mio figlio”, ha detto Nidal. “Ora non mi faranno più passare per curare il mio bambino. Ma non posso vendere il mio paese al mio nemico.”

* Sarah Algherbawi è una scrittrice freelance e traduttrice da Gaza.

nb. Le immagini sono state inserite liberamente da Invictapalestina segnalando crediti/fonti.

Trad. Invictapalestina.org

Fonte: https://electronicintifada.net/content/israel-delays-cancer-treatment-gaza-children/20001

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...