Due morti nel villaggio beduino in attesa di essere demolito e sostituito con una città ebraica

[Copertina: Bimbe in un villaggio beduino del Negev, foto Invictapalestina.]
La polizia colpisce in testa con proiettile di gomma MK Ayman Odeh (Knesset Member) . Emergono versioni contrastanti su un  ‘auto lanciata’ e la sparatoria  che ha colpito a morte un agente e un abitante del  villaggio.

January 18, 2017,  Yael Marom e Keren Manor

1
Israeli police run toward the Bedouin village of Umm el-Hiran, January 18, 2017. (Keren Manor/Activestills.org)

Due persone sono state uccise e molti altri feriti quando un gran numero di agenti di polizia sono entrati nel villaggio beduino di Umm al-Hiran, nel sud di Israele, all’alba di Mercoledì, per demolire il villaggio. La polizia ha sparato gas lacrimogeni, proiettili di gomma, e non vi sono state segnalazioni di munizioni vere.

Gli agenti di polizia hanno sparato e ucciso un residente di Umm el-Hiran, Yaqub Musa Abu Qi’an, sostenendo che ha lanciato il suo veicolo e colpito uccidendolo almeno un agente. La polizia ha anche rapidamente affermato, senza offrire alcuna prova, che Abu Qi’an aveva “collegamenti” con l’ ISIS. L’ufficiale di polizia che è stato ucciso è stato identificato come  Erez Levy di 34 anni.

Tuttavia, i residenti locali e gli attivisti sul posto negano la versione della polizia, dicendo che la macchina di Qi’an deviò verso gli ufficiali solo dopo che il guidatore  è stato  stato colpito perdendo il controllo del veicolo.

Tra i feriti c’è il presidente MK Ayman Odeh, che la polizia ha colpito alla testa e alla schiena con proiettili di gomma. Odeh è stato portato al Soroka Hospital di Be’er Sheva e mentre scriviamo questo report è in condizioni stabili. Le altre vittime sono tutte  residenti e forze di sicurezza locali.

2
MK Ayman Odeh giace ferito dai proiettili di gomma accanto alla polizia israeliana nel villaggio beduino di Umm el-Hiran, Negev, 18 gennaio 2017. (Keren Manor / Activestills.org)

Secondo l’attivista israeliano Kobi Snitz, che era nel villaggio Martedì sera e Mercoledì mattina, centinaia di poliziotti armati sono arrivati a Umm el-Hiran intorno 05:00, costringendo i conducenti dei veicoli a lasciare i loro mezzi, e attaccando e minacciando altri.

3
La polizia entra nel villaggio beduino di Umm el-Hiran, 18 gennaio 2017. (Keren Manor / Activestills.org)

Poco dopo, sono stati sentiti colpi, continua Snitz, aggiungendo di aver visto un camioncino bianco a circa 30 metri dalla polizia. “Hanno cominciato a sparare contro la macchina a raffica da tutte le direzioni”, ha raccontato, aggiungendo che solo dopo che il conducente sembrava essere colpito, ha perso il controllo del suo veicolo che è andato contro gli agenti di polizia.

Secondo quanto riportato dalla polizia , il paese è stato isolato e nella mattinata è stato impedito l’ingresso di altri giornalisti.

4
La polizia israeliana posizionati su un tetto a Umm el-Hiran con le armi puntate, 18 gennaio 2017. (Isaac Kates Rose)

Snitz ha detto che le autorità statali, fino a circa la mezzanotte di Martedì, hanno fatto pressione sui residenti per firmare un accordo e lasciare volontariamente il villaggio, ma che i negoziati sono stati interrotti.

MK Odeh era arrivato  a Umm el-Hiran Mercoledì mattina presto, per stare a fianco degli abitanti del villaggio, dopo che era stata annunciata dalle autorità israeliane  la demolizione imminente.

In tarda mattinata, bulldozer, camion e attrezzature per la demolizione avevano iniziato la preparazione per  demolire radendo al suolo il villaggio.

5
Donne Umm el-Hiran circondano una casa del villaggio prevista per la demolizione. (Isaac Kates Rose)

Umm al-Hiran è uno delle decine di cosiddetti “villaggi non riconosciuti” nel sud di Israele, in cui circa 100.000 cittadini beduini di Israele vivono senza elettricità, acqua e altri servizi di base che lo Stato rifiuta di fornire.

Ecco una breve sintesi della storia di Umm al-Hiran: Molto prima della creazione dello Stato di Israele, i membri della famiglia Abu Qi’an vivevano in una zona chiamata Khirbet Zubaleh.

Nel 1956, il governo militare israeliano ha spostato forzatamente  la famiglia Qi’an nel luogo  in cui vivono oggi. (Il loro ex terreno è stato dato al Kibbutz Shoval come terreno agricolo.)

6
Una donna beduina entra in una baracca di latta nel villaggio non riconosciuto di Umm el-Hiran, nel Negev. 22 novembre 2016. (Keren Manor / Activestills.org)

Questo scambio di terre è ben documentato negli archivi di stato, ma nonostante il fatto che la famiglia Qi’an abbia occupato le terre assegnate, le sue case non sono mai state collegate alla rete elettrica o all’acqua.

Nel 2015 l’Alta Corte di Giustizia israeliana ha stabilito che lo Stato può tornare sui suoi passi e riprendere la terra assegnata alla famiglia al-Qi’an. Nella località dov’è adesso il loro villaggio, Umm el-Hiran, da dove saranno espulsi gli abitanti, sarà costruito un nuovo quartiere  per gli ebrei religiosi.

Supreme Court Hearing about future of Bedouin Village Umm Al-Hir
I residenti del villaggio beduino di Umm al-Hiran attendono la decisione della Corte Suprema sul caso del villaggio, Gerusalemme, 20 novembre 2013.

Negli ultimi anni, i futuri abitanti ebrei di   Hiran,  in attesa delle loro nuove case vivono in un accampamento nella foresta adiacente di Yatir.

“Il governo non ha alcun problema con i cittadini ebrei che vivono su questa proprietà – quindi perché dovrebbero avere un problema con noi?” Raed Abu al-Qi’an,  residente e attivista dal villaggio, ha detto a  +972 nel 2015. “Permettono la costruzione di comunità rurali  per gli ebrei in tutto il Negev – perché a noi no “?

“Abbiamo sempre detto, e continuano a dire, che non abbiamo nessun problema con le famiglie ebree che vivono qui o nelle nostre vicinanze – ma non al posto nostro. Questo è  razzismo e l’ingiustizia “, ha aggiunto.

Michael Schaeffer Omer-Man e Eli Bitan hanno contribuito a questo report. Una versione di questo articolo appare anche in Hebrew on Local Call. Leggi qui.

Trad. Invictapalestina.org

Fonte: https://972mag.com/two-killed-in-bedouin-village-slated-to-be-demolished-replaced-with-jewish-town/124514/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...