Susan Sarandon critica il sostegno “incondizionato” della Clinton a Israele

susan-sarandon
L’attrice Susan Sarandon parla ad una manifestazione davanti al Tribunale Distrettuale degli Stati Uniti in solidarietà con la Standing Rock Sioux Tribe nella loro causa contro il Corpo degli Ingegneri dell’Esercito, a Washington, DC, il 24 agosto. Riccardo Savi SIPA

Susan Sarandon ha appena dato il suo appoggio a Jill Stein del Green Party alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti di martedì prossimo.

L’attrice premio Oscar aveva sostenuto in precedenza Bernie Sanders, che ha perso le primarie democratiche contro Hillary Clinton.

Ma invece di passare nelle file della candidata democratica, la Sarandon ha messo in chiaro il motivo per cui lei non voterà per la Clinton.

In un post su Facebook che annuncia il suo appoggio a Stein, Susan Sarandon elenca le sue divergenze con la Clinton: il salario minimo, l’opposizione alla legalizzazione della marijuana e il suo sostegno per il facking e le trivellazioni offshore.

La Sarandon sostiene anche gli Standing Rock Sioux nella loro lotta per fermare un oleodotto che sta per essere posato sulla loro terra tribale nel Nord Dakota.

“La paura per Donald Trump non basta per farmi sostenere la Clinton con tutto il suo record di corruzione”, scrive Sarandon. “Ora che Trump sta per autodistruggersi, ho anche la sensazione che quelli degli swing state (n.d.t. Stato nel quale nessun candidato o partito ha un sostegno predominante) hanno la possibilità di votare secondo la loro coscienza.”

La Sarandon non è la prima celebrità a sostenere un cambiamento radicale su queste e altre questioni.

Ma la star di Hollywood elenca un’obiezione alla Clinton che la fa distinguere: “Sostiene l’aiuto militare incondizionato a Israele“.

Ancora nel 2016 è insolito per le grandi star di Hollywood, anche quelle che esprimono la propria opinione politica di sinistra, prendersela con Israele.

Forse questo è un altro segno che uno dei grandi tabù nella politica americana sta andando in frantumi.

 

Trad. Simonetta Lambertini

Fonte: https://electronicintifada.net/blogs/ali-abunimah/susan-sarandon-slams-clintons-unconditional-support-israel

Annunci

Un pensiero su “Susan Sarandon critica il sostegno “incondizionato” della Clinton a Israele”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...